Rigel stella gigante blu – Rigel, giant blue star

Rigel stella gigante blu 2014 – 50×70 ca. cm

Rigel stella gigante blu è una stella della costellazione di Orione, una supergigante blu, grande svariate volte più del sole. Essa è visibile in basso a destra nella costellazione di appartenenza, all’esatto antipodo della stella Betelgeuse. È una stella bellissima, imponente, apparentemente fredda, ma in realtà blu perchè dotata di una temperatura superficiale altissima.  Ha due stelle compagne, un pò più grandi del nostro sole, totalmente oscurate dalla prepotente leader. Inoltre essa illumina con la sua grandissima luce delle nebulose situate nei suoi pressi. L’esempio che questo astro ci da è molto semplice e importante. Le persone possono mettere in luce alcuni loro simili ed oscurarne altri, ma solo chi è veramente buono ed onesto può illuminare persone buone a loro volta e togliere la stima e la considerazione alle persone malvagie ed inique che non meritano nulla. Chi fa il contrario è o un politico o un criminale.

Rigel stella gigante blu is a star in Orion constellation, a blue supergiant, several times bigger than the sun. It’s observable down right in its own constellation, exactly at antipode of Betelgeuse star. It’s a wonderful, massive, apparently cold star, but actually blue because of its extremely high surface temperature. It has two companion stars, a little bigger than our sun, totally obscured by the overpowering leader. It also enlight with its almighty light some nebulas located near. This aster give us an example both simple and important. People can enlight some of their fellows and obscure others, but only who is really good and onest can enlight good people in turn, leaving esteem and consideration to evil and wicked ones, whom deserves nothing. Who acts conversely is a politician or a criminal.

Rigel stella gigante blu

I disegni di Andrea Rollo sono realizzati nella sua CasaStudio nelle vicinanze di Lecce. Grande attenzione viene posta nella fattura degli stessi, impiegando quantitativi di tempo stimabili anche in molti minuti per cm2. I colori utilizzati sono attualmente della marca Stabilo, mentre la penna o il pennarello utilizzati per la realizzazione del disegno in bianco e nero o della base per la successiva colorazione sono spesso diversi di volta in volta, per vari motivi. Ad esempio perché le penne tendono magicamente a perdersi nel disordine generale della casa, oppure perché la penna può trovarsi a cadere dalla parte della punta e non essere più in grado di scrivere. D’altra parte è anche vero che le penne, come tutte le cose in questo universo, esauriscono il loro combustibile, e muoiono. La carta utilizzata viene venduta nell’emporio del paese e non si conosce quale sia l’industria che la produca né, di preciso, quali siano le caratteristiche tecniche di grammatura e trattamento. Questa carta va bene perché assorbe il colore, anche se non troppo, e sembra reggere l’impatto della luce solare, una volta esposta, senza scolorire le superfici colorate. Essendo un autodidatta, non sono in grado di fare le mie scelte su una base tecnica appresa in precedenza, quindi vado a caso. Il processo che mi ha portato a scegliere questa carta come la migliore per il mio lavoro è costato il sacrificio di numerosi disegni, e di un gravoso quantitativo di ore che, magari, avrei potuto impiegare in un modo diverso, ma meno artistico e ispirato.